Benvenuti sul Blog di Micolcirid! Se siete fashion hunter, appassionati di nuove tendenze o se vi piacerebbe provare prodotti o brand innovativi ma avete paura delle brutte sorprese qui potete trovare tutto quello che fa per voi: tante review dettagliate e personali dedicate a Beauty, Childhood, Food, Fashion, Fun, Home e Jewels che vi aiuteranno a stilare la vostra wish-list in tutta serenità!

Follow me!

Follow me!

Collaborazioni

Sei un'Azienda e vuoi aumentare la tua visibilità sul web? Mandami i tuoi prodotti da testare e li recensirò sul mio blog, condividendoli con i miei follower e sui principali social media per un totale di oltre 8 mila utenti.. Per contattarmi: micolcirid@gmail.com

domenica 30 ottobre 2011

And the winner is ...


È giunto il momento di trarre le conclusioni di questa golosa campagna Zzub Mr Day nel corso della quale ho avuto modo di testare insieme a parenti e amici muffin ciambelle e plumcake. Ebbene non credevo ma mi trovo in grande difficoltà nel decidere a chi assegnare le medaglie d’oro, d’argento e di bronzo.
La linea Mr Day mi ha veramente sorpresa. La produzione a cura di Vincenzi e il conseguente rinnovo della ricetta ha reso questa linea di prodotti decisamente gradevoli al palato. In aggiunta personalmente trovo un plus ragguardevole il fatto che le merendine non contengano conservanti, coloranti e additivi caratteristica che le rende effettivamente genuine e semplici. Semplicità infatti è proprio la parola chiave delle merendine Mr Day.
Ma è inutile che tergiversi, come in ogni concorso che si rispetti deve essere eletto un vincitore.
Alla prima prova degustazione non avevo alcun dubbio: terzo posto per il plumcake, seguito dalla ciambella (la preferita di mio marito fin dal primo assaggio) e il gradino più alto per il muffin, certo un po’ piccolo e calorico ma decisamente sfizioso, con quelle pepite di cioccolato che si sciolgono letteralmente in bocca.  
Con il progredire degli assaggi, sempre condivisi con i miei due cuccioli, mi sono sorpresa ad aprire l’armadietto in cucina e estrarre più volentieri la ciambella. Decisamente più profumata del muffin e di forma più divertente, non solo ha una dimensione più confacente a una merendina specie se deve essere condivisa (il muffin finisce letteralmente in un boccone) ma si presta maggiormente anche a essere porzionata in piccole parti per consentire l’assaggio dei più piccoli.
Infine nelle ultime settimane mi svegliavo e per colazione non desideravo altro che un morbido plumcake dove la dolcezza della pasta margherita si fonde esaltandolo con il sapore inconfondibile dello yogurt.
Quale sarà il vincitore per la mia famiglia?
Vi lascio un attimo col fiato in sospeso e passo a raccontarvi le conclusioni cui sono giunta col mio gruppo di assaggiatori (di seguito indicati come ‘giuria di qualità’). Tengo a precisare che, per soddisfare il palato dei tanti amici che si sono auto offerti di aiutarmi in questa campagna, abbiamo dovuto integrare le scorte inviate da zzub con diversi pacchi acquistati al supermercato.   Il verdetto è pressoché unanime la giuria di qualità decreta vincitore indiscusso il muffin, relegando al terzo posto il plumcake.
Torinamo alla ‘famiglia micolcirid’. Penso che al di là di disquisizioni o argomentazioni di ogni sorta, per determinare il podio debba valere il contenuto del carrello della spesa odierna. Di fronte a uno scaffale pieno di ogni tipo di marca di merendine, abbiamo scelto 4 pacchi di merendine Mr Day. Il punto vendita in cui eravamo ha la linea completa Mr Day, eppure noi ci siamo aggiudicati tre pacchi di ciambelle e due pacchi di plumcake (come si vede chiaramente nella foto dell’armadietto della mia cucina).

A fronte di tutto ciò dichiaro vincitore supremo della sfida tra le merendine Mr Day per la ‘famiglia micolcirid’ …. Rullo di tamburi … la CIAMBELLA. Medaglia d’argento per il plumcake. Medaglia di bronzo per il muffin.

E adesso, con permesso, ma tutto questo parlare di merendine Mr Day mi ha fatto venire un certo languorino. Vi dedico una ciambella Mr Day e una tazza di The, deteinato vista l’ora, servito in originale tazza Zzub!



Riferimenti